Consiglio Comunale Crotone M5S : ennesima certificazione del fallimento politico di questa amministrazionee

CROTONE – Nell’ultimo consiglio comunale è stato approvato il rendiconto di gestione dell’anno 2017. Un rendiconto che certifica il fallimento politico di questa amministrazione, incapace anche di ratificare una semplice variazione di bilancio nei tempi previsti dalla legge.

Hanno fallito nel garantire i servizi minimi alla città.

Mi riferisco agli oltre 10 millioni di euro spesi per la gestione dei rifiuti in cambio di percentuali di raccolta ridicole, a scapito dei benefici ambientali e occupazionali, se questo servizio, funzionasse. Anche l’esternalizzazione del servizio di illuminazione pubblica, non ha portato nessun vantaggio economico. Addirittura, abbiamo appurato che con la trasformazione a LED, in città si sono creati luoghi sempre più bui e “zone d’ombra”  un pò come quelle che coprono chi ci sta amministrando.

L’elenco dei disservizi è lungo e non sto qui ad elencarli per non risultare noioso, ma sono a sollevare una questione che ritengo grave per i servizi di questa città.

Nessuno controlla le società partecipate e, in particolare, mi riferisco al cosiddetto controllo analogo che l’ente deve operare sulle società a cui affida direttamente i propri servizi. L’ente comunale non esercita il potere di supervisione e coordinamento delle attività delle società. In pratica a queste, resta un’ampia autonomia decisionale nella gestione dei servizi, in barba a tutte le leggi ed i regolamenti che disciplinano l’esercizio del controllo analogo.

Il Consiglio Comunale, nell’esercizio delle proprie funzioni di indirizzo e controllo, dovrebbe approvare, a titolo autorizzatorio, il piano  delle  assunzioni  ed il piano degli investimenti, il progetto di bilancio completo dei suoi allegati che annualmente viene proposto dal consiglio di Amministrazione societario, i documenti di  programmazione contenenti le linee fondamentali e strategiche per la gestione della Società, schemi dei contratti di servizio, capitolati di servizio e loro proposte di modifica.
In sostanza, il Consiglio Comunale ha abdicato al proprio potere di controllo nei confronti dei servizi principali che l’ente deve garantire ai cittadini.

Quindi, a nulla vale presentare dei bilanci con i numeri in ordine all’apparenza, mentre in città regna il caos. Perché è questo ciò che accade quando, la macchina amministrativa viene guidata, metaforicamente, da un autista bendato, correndo il concreto rischio di andarsi a schiantare, con seri danni per la città di Crotone.

Infine, tengo a precisare una questione, alla discussione del rendiconto del 2017 in consiglio comunale: il movimento 5 stelle ha deciso di non partecipare ai lavori poiché alla richiesta di una sospensione di 5 minuti, avanzata dall‘opposizione, il presidente del consiglio comunale, insieme alla maggioranza, mostrandosi arrogante e poco aperto alle esigenze delle opposizione, non ha inteso intercedere. Purtroppo, quando da una parte si alza un muro non si riesce ad avere un dialogo costruttivo. Noi, continueremo a provarci, per amore della nostra Crotone.

Andrea Correggia
portavoce del
MoVimento 5 Stelle Crotone

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...