Discorso del sindaco Pugliese in occasione della festa della Repubblica

Sig. Prefetto, autorità, cari concittadini
Grazie per essere intervenuti a questa festa.
La nostra festa, la festa di tutti gli italiani.
Grazie a lei sig. Prefetto di aver voluto aprire alla città questo evento.
Ho apprezzato e raccolto subito il suo invito di voler prevedere oltre alle tradizionali cerimonie che si sono tenute questa mattina in piazza Umberto un momento di celebrazione collettiva in piazza Marinai d’Italia.
Un’altra piazza simbolo del sacrificio, della dedizione, del senso di amor di Patria che caratterizza non solo la marineria ma tutte le Forze Armate alle quali va il mio pensiero ed il mio ringraziamento per l’impegno costantemente profuso al servizio del paese.
Abbiamo ascoltato l’inno nazionale, abbiamo visto salire sul pennone più alto la nostra bandiera tricolore.
Sono due simboli che amo, che testimoniano l’unità del nostro paese, la libertà di essere uomini e persone, sono il simbolo della Repubblica Italiana.
E noi siamo orgogliosi di essere uomini liberi in una libera Repubblica.
Siamo orgogliosi di essere italiani.
Oggi viviamo in una società dove tutto scorre davanti a noi velocemente.
E’ tuttavia importante soffermarci su eventi che sono stati fondamentali per la storia del nostro paese.
Il 2 giugno 1946 è un giorno storico perché segna il passaggio dal buio della guerra alla purezza dei valori espressi dalla Repubblica: la libertà, la democrazia, l’uguaglianza, la pace.
Ma non possiamo limitarci a festeggiare questa data soltanto in questa occasione.
Ogni giorno della nostra vita deve essere il “2 giugno”.
E riflettere ogni giorno, che questa data ha rappresentato l’uscita del popolo italiano dal recinto della paura per andare in uno spazio aperto, quello della Repubblica, in cui ciascuno trova individualmente la sua collocazione di libertà nel rispetto reciproco e nello spirito di comunità.
Tra poco ascolteremo la musica di questi giovani che grazie alla sensibilità del sig. Prefetto, abbiamo voluto coinvolgere in questo giorno particolare e di festa.
La musica è un linguaggio universale che arriva nei cuori e lega le persone.
I giovani sono speranza e futuro.
Non c’è modo migliore per celebrare tutti insieme questa nostra Festa, la Festa degli Italiani.
Un’ultima riflessione che ci impone questo giorno.
Oggi la città è qui e tutti siamo chiamati a vivere la nostra quotidiana azione di vita nello spirito di comunità.
Tutti noi siamo chiamati, insieme alla costruzione del bene comune.
Lo dobbiamo ai nostri giovani.
E’ a loro che ispiriamo la nostra azione amministrativa.
L’Italia è una, è libera, è Repubblicana.
Siamo un grande popolo e siamo orgogliosi di essere italiani.
VIVA CROTONE!
VIVA LA REPUBBLICA!
VIVA L’ITALIA!
Ugo Pugliese
Sindaco di Crotone

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...