Detenzione in carcere per crotonese già agli arresti domiciliari.

Nella giornata di martedì 26 giugno u.s., personale dell’U.P.G.S.P. ha denunciato G. S., minorenne, classe 2001 e G. A. classe 1990, per il reato di danneggiamento aggravato in concorso.

Per il G. A., già al regime degli arresti domiciliari, veniva confermata la predetta misura.

A seguito di ulteriori attività dell’U.P.G.S.P. – Trattazione Atti, e successiva richiesta di aggravamento da parte della Procura Generale, nella giornata di ieri 2 luglio scorso, la Corte d’Appello – 1^ Sez. Penale ha emesso un provvedimento di custodia cautelare in carcere, ritenendo inidonea quella degli arresti domiciliari, precedentemente ordinata.

Il Consesso giudicante, accogliendo l’istanza di aggravamento della misura cautelare, ha considerato la pericolosità sociale del soggetto, evidenziata dall’attività info-investigativa dell’U.P.G.S.P., la natura incline a delinquere, del soggetto nonché l’inadeguatezza del regime della restrizione domiciliare che non gli impedisce, di fatto, di ideare e commettere reati, sia pure per interposta persona.

Il G.A., pertanto veniva ristretto presso la locale Casa Circondariale.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...