Parte una “gara di civiltà”: la raccolta firme per la proposta di legge di iniziativa popolare per l’insegnamento della “educazione alla cittadinanza nelle scuole”

Presentata ieri sera, nella Sala Consiliare, la petizione per la presentazione della proposta di legge di iniziativa popolare sostenuta dall’Associazione Nazionale Comuni Italiani finalizzata all’insegnamento della educazione alla cittadinanza nelle scuole di ogni ordine e grado alla quale l’amministrazione Comunale ha aderito.
Alla conferenza stampa erano presenti con il sindaco Ugo Pugliese, la consigliera Regionale Flora Sculco e l’assessore alla Pubblica Istruzione Francesco Pesce.
Presenti consiglieri comunali, rappresentanti delle associazioni, dei sindacati, del mondo della scuola, della consulta degli studenti che l’assessorato alla Pubblica Istruzione ha coinvolto per partecipare a quella che è stata definita una “gara di civiltà”.
“Sarò il primo firmatario di questa proposta di legge perché ritengo importante e che l’educazione alla cittadinanza diventi materia scolastica. E’ fondamentale che attraverso i nostri giovani si recuperino valori importanti che rafforzano il senso di comunità” ha detto il sindaco Pugliese.
“Sono certa che Crotone si distinguerà, come sempre, quando si tratta di affermare importanti principi che sono alla base di una corretta convivenza civile” ha detto la consigliera Regionale Flora Sculco.
“L’educazione alla cittadinanza non è solo una materia da studiare. E’ la base sulla quale impostare la propria esistenza e il proprio futuro. Approfondire questi principi significa combattere la violenza, apprezzare la bellezza e il valore delle regole, il rispetto per gli altri, prevenire piaghe sociali come il bullismo” ha detto l’assessore alla Pubblica Istruzione Francesco Pesce.
Nello specifico l’Anci propone di istituire nelle scuole una nuova materia, l’insegnamento di educazione alla cittadinanza, una disciplina autonoma con propria valutazione, calata nei piani di studio di entrambi i cicli di istruzione.
La nuova materia si prefigge lo studio della Costituzione per conoscere i diritti e doveri di un moderno cittadino, diffondere la cultura della legalità, educare ad un più corretto e sano utilizzo del web, infondere un più forte rispetto dei beni comuni, far conoscere i fondamentali valori, per migliorare comportamenti e stili di vita.
La proposta di legge si può sottoscrivere presso l’Ufficio Relazioni con il Pubblico del Comune sito in piazza della Resistenza e presso l’Ufficio Servizi Demografici in via Settino.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...