Una comunità educante: i progetti dell’assessorato alla Pubblica Istruzione per il mondo della scuola

Sono state presentate questa sera presso la Sala Consiliare dall’Assessore alla Pubblica Istruzione Francesco Pesce le linee guida per una comunità educante, programmi e progetti che l’assessorato ha inteso condividere con il mondo della scuola

Hanno partecipato con l’assessore Pesce, il consigliere comunale Tommaso Pupa e i dirigenti scolastici delle scuole cittadine.

E’ intendimento dell’amministrazione Pugliese stabilire con la scuola un rapporto periodico e bene organizzato, così da costruire una vera e propria comunità educativa, al cui interno ciascuno soggetto svolga al meglio la propria funzione. I bisogni delle singole scuole e, seppure indirettamente delle numerose famiglie dei suoi vari utenti, rappresentano una delle principali priorità del mio programma. Qualificare e soprattutto arricchire la qualità dei percorsi e degli strumenti formativi per le giovani generazioni rappresenta il mio principale obiettivo” ha detto l’assessore Pesce aprendo i lavori.

Gli interventi orientati alla formazione dovranno nascere dall’unità di intenti tra le istituzioni scolastiche, l’organizzazione territoriale del MIUR, il Comune e le famiglie in uno stretto rapporto di viva partecipazione, di dialogo e di corresponsabilità, per formare una comunità educante che veda al centro dell’azione educativa i vari utenti del sistema formativo” ha aggiunto l’assessore Pesce

Le linee guida di programmazione potranno essere giudicate troppo ambizione e velleitarie. Per questo è doveroso precisare che esse non rappresentano che un significativo e volenteroso prospetto di intenti che dovranno fare i conti con la limitatezza dei tempi e la disponibilità effettiva di tanti operatori. Tuttavia se gli stessi dovessero andare incontro a grande apprezzamento da parte dei diversi soggetti sociali e professionali nulla potrà impedire che gli stessi avranno prosecuzione o attuazione nei prossimi anni” ha continuato l’assessore alla Pubblica Istruzione.

Non è mia intenzione ledere l’autonomia operativa dei singoli istituti scolastici né sostituirmi alle professionalità che operano nella scuola ma cooperare insieme” ha concluso l’assessore Pesce che poi ha illustrato i contenuti delle linee guida.

La comunità educante si caratterizza essenzialmente attraverso le azioni espresse nelle seguenti aree:

scuola e servizi educativi: promuovere nella scuola un insieme di saperi e strategie che favoriscano la cittadinanza attiva, l’inclusione e l’integrazione

territorio: sviluppare nuove connessioni tra scuola, famiglia, aziende e istituzioni

tecnologie: migliorare il sistema informatico nelle scuole

Il diritto allo studio si esplica attraverso un piano che riguarda il trasporto scolastico, la refezione, assistenza scolastica ai disabili, cedole librarie e borse di studio.

Poi l’assessore ha fatto riferimento ai progetti proposti alle scuole:

Educazione alla salute (teorema del benessere, attività motoria, alimentazione e prevenzione per promuovere corretti stili di vita)

Educazione stradale (per garantire la sicurezza dei bambini nelle fasce orarie di inizio e termine delle lezioni e nei punti critici di determinati edifici scolastici e con esperti di settore)

Educazione alla legalità (incontri formativi con esperti, tornei sportivi, musica e arte)

Educazione alla cittadinanza (azione formative finalizzate alla divulgazione dei diritti e dei doveri del moderno cittadino Europeo. Istituzione dei Consigli Comunali dei Ragazzi, progetto Educando Peter Pan)

Educazione alle pari opportunità (attività in collaborazione con la Commissione Pari Opportunità del Comune di Crotone)

Educazione ambientale (raccolta differenziata, realizzazione dell’orto botanico, rilanciare la festa dell’albero, promozione di manifestazioni sulla mobilità sostenibile, valorizzazione dei parchi cittadini con attività scolastiche, collaborazione con le guardie giurate del WWF per lezioni ambientali)

Educazione alla multiculturalità e multietnicità religiosa

Educazione alla valorizzazione del patrimonio culturale (promuovere itinerari educativi per la divulgazione del vero, del bello e del bene per un significativo processo di formazione. Percorsi didattici per viaggi di istruzione. Crotone Città Olimpica. Alla ricerca della nostra identità. Sulle Orme di Pitagora e del mondo antico. Crotone Medioevale)

Partecipazione studentesca in collaborazione con la Consulta degli Studenti

Ed inoltre:

Favorire scambi culturali e gemellaggi, istituzionalizzare gli eventi più significativi, aprire le scuola alla comunità, promuovere rassegne di teatro e musica, valorizzare le biblioteche scolastiche, diffondere la mobilità sostenibile, arricchire il ventaglio delle iniziative destinante ai detenuti, incrementare la riflessione sulla convenzione Onu riguardo i diritti dei bambini, istituire il Ginnasio Pitagorico e proporre i Giochi della Magna Grecia.

Le proposte dell’assessorato sono state molto apprezzate dai dirigenti presenti.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...