I programmi per il sociale dell’ambito territoriale di Crotone

Lavora a pieno ritmo l’ambito sociale di Crotone di cui il comune capoluogo è capofila.

Si è tenuta questa mattina nella Sala Giunta del Comune, presieduta dall’assessore alle Politiche Sociali Alessia Romano su delega del sindaco Pugliese, l’assemblea dei sindaci ala quale hanno partecipato il sindaco di Scandale Antonio Barberio, l’assessore alle Politiche Sociali di Cutro Stella Bonifazio, Francesco Notaro in rappresentanza della Commissione Straordinaria di Isola Capo Rizzuto.

Ha partecipato la dirigente del settore Politiche Sociali del Comune Mariateresa Timpano e lo staff dell’Ufficio Politiche Sociali del Comune. Importanti i temi sul tavolo discussi e condivisi in piena sinergia e che riguardano una ampia fascia del bisogno per la quale l’ambito territoriale di Crotone è fortemente impegnato.

E’ stata approvata l’adesione al programma “Vita Indipendente e inclusione nella società di persone con disabilità”, un progetto con il quale si intende proporre quale forma innovativa la vita autonoma per persone con disabilità.

Si tratta di programmi personalizzati destinati a persone con disabilità che non sono legati soltanto a sostenere l’autonomia ma anche le aspirazioni e la piena integrazione nel contesto sociale degli stessi.

L’ambito ha anche approvato la presentazione di interventi a valere sul Fondo Nazionale “Dopo di Noi” che prevede attività di assistenza in favore delle persone con disabilità grave prive del sostegno familiare.

L’ambito territoriale di Crotone sarà uno dei primi ad applicare questa importante misura.

Una importante innovazione, su proposta dell’assessore alle Politiche Sociali Alessia Romano, è stata approvata all’unanimità dal tavolo: destinare il fondo per le non autosufficienze relativo all’annualità 2015 interamente a persone con disabilità.

Sono oltre 377.000 € che saranno utilizzati per sostenere non solo l’assistenza ma la piena integrazione di persone con disabilità.

Il nostro obiettivo è quello di non perdere nessuna delle opportunità che derivano dai programmi regionali, nazionali e comunitari. E soprattutto di non perdere un centesimo che sia destinato ad iniziative per il sociale. Ma è anche importante programmare affinché queste risorse rispondano alla domanda di bisogno che arriva dal territorio e che siano finalizzate non solo all’assistenza ma a dare autonomia ed inclusione a tutti coloro i quali vivono in condizioni di fragilità e di marginalità sociale” dichiara l’assessore Alessia Romano.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...